Tokyo Blues, Norwegian Wood | Haruki Murakami

Capisco che in fondo a poter riempire quel contenitore imperfetto che è la scrittura, sono solo ricordi e pensieri altrettanto imperfetti.

[…] di regola non prendeva mai in mano un libro se lo scrittore non era morto da almeno trent’anni.
Come fai se no a fidarti? diceva.
“Con questo non voglio dire che non mi fido della letteratura contemporanea in assoluto. È solo che non vorrei sciupare del tempo prezioso leggendo opere che non hanno ricevuto il battesimo del tempo.”

Per ogni ferita che io possa averti causato, ne ho causata una uguale a me stessa. Perciò, ti prego, nom odiarmi. Io sono una persona imperfetta. Molto più di quanto non immagini. E proprio per questo nom devi odiarmi.

[Haruki Murakami, Tokyo Blues Norwegian Wood, Feltrinelli 1993]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.