please, don’t talk about me when i’m gone.

c’è questa cosa, che le persone non sono (quasi) mai come le vedi.
quello che vedi è solo l’impalcatura, la facciata, la vetrina.
sì, una vetrina studiata negli anni, studiata apposta per far entrare solo le persone curiose di scoprire cosa c’è dentro. una vetrina fatta in modo che le persone superficiali ci passino davanti senza fermarsi. anzi, quando passano quelle persone lì, quelle che non vogliamo dentro, scende una tendina per mostrare ancora meno e corriamo a chiudere a chiave la porta delle stanze al piano di sotto, quelle con le cose più care.

tu, tu che sei passata qui davanti e ti sei fermata a guardare.
tu che sei entrata, hai visto cosa c’era dentro.
tu che sembravi così attenta a tutti i particolari.
tu che ti vantavi della tua grande esperienza, delle tua incredibile capacità di capire tutto al volo.
tu sei entrata e hai fatto finta di sederti a chiacchierare, complice.
poi, senza preoccuparti di vedere davvero cosa c’era nelle mie stanze, hai rotto tutte le cose che ti ho mostrato e sei uscita sbattendo la porta.

(io adesso chiudo per un po’ e rimetto tutto a posto, ma tu, per favore, non tornare più).

3 Replies to “please, don’t talk about me when i’m gone.”

  1. Non è solo che scrivi in maniera straordinaria. Quello sarà scontato. Volevo farti sapere che leggerti è uno dei momenti piacevoli delle mie giornate. Grazie! Ciao! Oh oh..i talked about you.

  2. E’ che le vetrine fatte in un certo modo fanno fermare le persone a cui piacciono le cose belle, ma anche quelle che invece ne sono invidiose, le vorrebbero, ma non possono, e allora preferiscono farle a pezzi: non si e’ mai vista una ferramenta danneggiata da vandali.
    Lo so, sarebbe piu’ facile, e meno doloroso, chiudere e ristrutturare tutto: stavolta meno luce nella stanza, e piu’ polvere sulle mensole.
    Mi dispiacerebbe, perche’ io sono entrato qui proprio per com’era la vetrina, e non me ne sono pentito.

  3. grazie marco!
    andrea, tu non lo sai quanto ci hai preso (secondo me).
    prometto che farò del mio meglio per lasciare tutto com’è e per migliorare la selezione all’ingresso :)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.