La ragazza con la gonna in fiamme | Aimee Bender

Mi ha detto che odiava parlare e che voleva soltanto guardarmi negli occhi e dirmi le cose stando così. Io l’ho lasciato fare e mi hanno messo i brividi di emozione, le cose che aveva negli occhi.

Voglio restare senza fiato e debole, devastata dall’ingresso di un’altra persona nella mia anima. Voglio essere penetrata da un’intuizione.

Mary gli incideva forme sulla schiena con l’unghia smozzicata e guardava la pelle d’oca venire su e poi scendere di nuovo giù, come una piccola popolazione di montagna. […]
Lui la abbracciò così forte che stava scomoda.

[…] e ti senti ridicola perché ancora riesci a trovare divertente quell’uomo sparito da un pezzo che dormiva rivolto contro il muro e voleva meno di quanto volevi tu.
Tu sei una che vuole molto.

Ho notato questo: al primo appuntamento, se scopate, lui ti abbraccia molto meglio delle volte successive. Al primo appuntamento sei un po’ la controfigura dell’ultima donna che ha amato, prima che si renda conto in pieno che non sei lei, e quindi ti becchi tutta quella bella emozione residua.

[Aimee Bender, La ragazza con la gonna in fiamme, minimum fax 2012]

1 Reply to “La ragazza con la gonna in fiamme | Aimee Bender”

  1. Un impiegato della Massive Dynamic, Mark Young, viene aggredito da farfalle dalle ali taglienti, finendo per cadere dalla finestra e rimanere ucciso. Agli occhi dei primi soccorritori sembra un caso di suicidio, ma Walter trova delle strane ferite sul corpo e Olivia investigando nell’abitazione dell’impiegato si rende conto che la tesi del suicidio non è convincente. Successivamente Olivia riceve una mail da John Scott, con l’indirizzo di un seminterrato, dove troverà una scatola piena di piccoli rospi. Walter esamina gli animali e scopre che appartengono ad una particolare specie in grado di produrre un composto psicoattivo, che agendo come una droga, rende reali le allucinazioni prodotte dal cervello. Mark Young immaginava di avere certe ferite e il suo corpo le rendeva reali. Intanto Peter viene contattato da una donna, una certa Tessa, che gli comunica che qualcuno sta cercando di trovarlo per fargli del male e lo invita a scappare. Olivia confessa a Walter di avere visioni di John Scott e vuole liberarsene. Walter le propone un esperimento in grado di fornirle tutte le informazioni della mente di Scott per poi rimuoverle: Olivia lo effettua e, dopo aver rivissuto il primo incontro con Scott in un ristorante, in una scena vede Young insieme a Scott, un uomo che viene ucciso e un altro misterioso che rimane in vita. Quest’ultimo è George Morales, che viene rintracciato, ma poco dopo aver confessato di avere prove contro la Massive Dynamics muore allo stesso modo di Mark Young. Olivia chiede a Walter di ricominciare l’esperimento su di lei per ottenere altre informazioni, ma rifiuta perché pericoloso, promettendole però di studiare un sistema più sicuro. Alla fine dell’episodio Olivia riceve una nuova mail di John Scott che afferma: Ti ho vista, al ristorante.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.