Croccantissima | Simone Rossi

Tu invece (noi invece) noi siamo talmente vicini che il prossimo sei sempre tu, mi diceva Marta. Nessuno si approssima: aspettano il turno dietro la linea gialla che garantisce la nostra discrezione e sono ancora lì che aspettano. E sai perché per me sei sempre il prossimo? Perché le tue canzoni mi annoiano dopo due strofe. Sei bravo, eh, hai venti o trenta persone che te lo dicono, ma io dopo due strofe mi annoio. Non è colpa tua. Non è colpa mia. È che non mi piace il genere. Non li ascolto quelli come te. Ma quindici persone che verranno al tuo funerale le troverai sempre.

[Simone Rossi, Croccantissima, 2011]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.