ambientarsi nel nuovo quartiere/ la libreria.

C’è questa libreria bellissima sotto casa mia, una di quelle vecchio stile, dove tengono anche i libri fuori edizione, le cose particolari. Ogni giorno ci passo davanti, guardo il signore sullo sgabello e penso Prima o poi entro, anche se non ho niente da comprare voglio entrarci, voglio toccare le copertine, conoscere la coppia che lo gestisce, diventare piano piano un cliente abituale.

Poi. Un po’ la timidezza, un po’ l’imbarazzo di entrare in un negozio dove sei l’unico cliente, dove sicuramente osserveranno i tuoi gesti, il tuo modo di muoverti tra i libri.
Insomma. Ho rimandato ogni giorno e ormai è passato un mese.

Oggi. Sarà la giornata di pioggia, sarà che sono stata alla Mondadori e io come mettono i libri lì dentro proprio non lo capisco, mi ci perdo, non mi piace, mi son detta Basta, oggi ci vado, anche se non ho un titolo in testa, anche solo per guardare, anche solo per rompere il ghiaccio.

Allora. Mi sono preparata apposta, sono uscita sotto l’acqua, ho camminato bella decisa fino alla vetrina e niente.
Era chiusa.

3 Replies to “ambientarsi nel nuovo quartiere/ la libreria.”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.