Il mondo dopo la fine del mondo | Nick Harkaway

Secondo lei, gli inferni erano come la reggia di un visir, o un palazzo del governo, e ogni piano era dedicato a una forma diversa di sofferenza. C’era un Inferno Brulicante di Mosche, un Inferno di Mutande Ruvide e un Inferno di Minestra Tiepida: in pratica, tutti gli inferni possibili e immaginabili, dai piĆ¹ brutti…