Tagged: memorie d’una ragazza per bene

Feb 21

Memorie d’una ragazza perbene | Simone de Beauvoir

La cosa più irresistibile in lui era i suo riso: si sarebbe detto ch’era caduto inopinatamente su un pianeta che non era il suo, un pianeta di cui scopriva rapito la prodigiosa stranezza; quando il suo riso esplodeva, tutto mi appariva nuovo, sorprendente, delizioso.

Perdete il tempo con gente che non ne vale la pena. O siete psicologa o siete imperdonabile!

Trovavo imbarazzante che gli sposi fossero incatenati l’uno all’altro da costrizioni materiali; il solo legame tra persone che si amano avrebbe dovuto essere l’amore.

Il bello, in voi, è che non rifiutate mai niente, lasciate tutte le porte aperte. Io sono sempre fuori, e porto tutto con me. Che idea è stata, la mia, di entrare un giorno da voi? Oppure siete stata voi a venire, e vi è venuta l’idea di aspettare? È vero che, quando il proprietario è assente, si può pensare che tornerà da un momento all’altro; ma la gente di solito non la pensa così…

[Simone de Beauvoir, Memorie d'una ragazza per bene, Einaudi 1960]

0
comments