La famiglia Winshaw | Jonathan Coe

Ma prima che se ne andasse misi la mano di nuovo sul suo collo e scivolammo in un abbraccio che dapprincipio fu goffo – ma che importava? -; insistemmo, e finimmo con lo stringerci forte l’uno contro l’altra: restai aggrappato al suo silenzio e, chiudendo gli occhi davanti alla nostra immagine riflessa nella finestra della…

La casa del sonno | Jonathan Coe

«Anche Napoleone dormiva pochissimo. E anche Edison. Vedrai che molti grandi personaggi erano così. Pare che Edison disprezzasse il sonno: e a buon diritto, secondo me. Anche io lo disprezzo, e disprezzo me stesso perché ne ho bisogno.» […] «Ma perché disprezzarlo, poi? Non capisco.» «Te lo dico io il perché: perché chi dorme è…