Il tempo è un bastardo | Jennifer Egan

Nel giro di soli venti minuti avevano superato di slancio l’agognato punto di contatto-significativo-attraverso-un’esperienza-condivisa e raggiunto la meno desiderabile condizione del conoscersi-troppo-bene. Mi ricordo di ogni abbraccio che gli ho dato. E ogni volta imparo una cosa: quant’è calda la sua pelle, che ha i muscoli come Scotty anche se lui la maglietta non se…

Guardami | Jennifer Egan

«Quanti anni hai se posso chiedertelo?» «Sedici». «Sei carina». Charlotte socchiuse gli occhi.«Non è vero». «Particolare». «Non vuol dire carina». «Ma è una cosa che dura di più». […] e io pensai all’attesa, a quanto rendeva vulnerabili. Perché alla fine ci si stancava. Ci si stancava e si prendeva una decisione, si sceglieva qualcuno –…