Jun 06

Almanacco 2016 – Esplorazioni sulla via Emilia | A cura di Ermanno Cavazzoni /1

Ivan Levrini, Vita da bar

Ma allora qual era la formazione più vasta e completa in cui si potesse sperare? In una città di provincia senza sbocco sul mare, senza un fiume, senza un aeroporto, attraversata solo dalla via Emilia, l’unica soluzione era entrare nel giro dei bar. Niente reggeva al confronto con il bar, perché il bar offriva le condizioni più propizie allo sviluppo della personalità.
Accedere ai locali sul retro, alle sale da biliardo, alle sale da gioco, essere ammessi al tavolo dei veterani della briscola, essere chiamati per nome, o addirittura per soprannome, significava raggiungere un’identità riconoscibile che moltiplicava l’autostima. Un giovane invitato dagli assidui del bar a una gara di bevuta, o incluso in una bisca notturna, otteneva quel riconoscimento che per Hegel muove la storia.
Incrociare le carte con il celebre giocatore di scopa all’asso, o di tresette, perdere ma riceverne i complimenti: allargava il cuore.

[…] Ma oggi, nella devastazione dell’età contemporanea, di tutto questo non è rimasto più niente. I bar chiudono alle otto di sera, dopo aver servito l’aperitivo a mandrie di giovani che si radunano per conto loro. Giovani che non sanno come impugnare un stecca da biliardo, che non stanno cos’è un carico, e non hanno mai sentito dire: liscio che strozzo.
Con la scomparsa della vita da bar non a caso si è scollata la società civile, […] Sì, c’è òa crisi della parrocchia, sono decaduti i circoli politici, i sindacati sono agenzie fiscali, ma la causa va cercata nel tramonto del bar, un’istituzione che sapeva trasmettere da una generazione all’altra quei valori di civiltà che non potranno mai rientrare nei programmi scolastici.

[Ermanno Cavazzoni, Almanacco 2016, Esplorazioni sulla via Emilia, Quodlibet, 2016]

3
comments

3 comments!!!

  1. Judy says:

    04/06/2010 – 9:06amEsperemos que sean ellos ,porque cruzarse con Brasil tan prnOoo…tjalá Costa de Marfil de la sorpresa y mande a CR897 a casita (me dolería por Tiago y Simao jaja). Si el cruce es contra Portugal está claro que nos sacará algo tipo “La roja VS CR898″ porque ya sabemos que para Pantufloide juega y gana los partidos él solito.

  2. That’s way the bestest answer so far!

  3. Toezicht op de bekwaamheid zou inderdaad via het bevoegd gezag moeten gaan, maar blijkbaar faalt dat daarin. De wet BIO geeft wel mogelijkheden, maar ook de overheid, i.c. inspectie, laat daar steken vallen. Enne, verlaat het onderwijs niet, het is zo’n mooi beroep …

Reply

Additional comments powered byBackType